Advertising

vajinas beeg porno


ciao a tutti,
Ho letto le storie per molto tempo e volevo condividere le mie storie ogni volta, quindi ora è il momento giusto. Ecco la mia storia vissuta, che credo leggerete tra un lungo e un respiro. Forse sono i nomi che racconterò nella storia, forse no. È tra me e lui se lo legge. Il mio nome è Deniz non è il mio vero nome, ma tutti sono reali tranne il mio nome, quindi vorrei parlare brevemente di me stesso. Sono bionda, dalla pelle bianca e dagli occhi azzurri 1.65 62 kg di altezza, con labbra spesse, gambe e piedi formosi che trasformerebbero una pietra per molte donne, con un aspetto minuscolo. Grazie alle buone opportunità di mia madre e mio padre, ho avuto la possibilità di studiare a Istanbul Nişantaşı. Questo mi ha permesso di essere prima un buon osservatore e poi un buon ambiente in un ambiente bellissimo. La vita lavorativa attiva di mia madre e l’essere un professionista disciplinato mi hanno aiutato ad essere meticoloso e ben curato durante la crescita. Fin dalla tenera età, anche dalla scuola elementare, ho sempre guardato come si preparava al lavoro, e lo invidiavo molto. Mio padre, d’altra parte, è un uomo che gestisce la propria attività, e non è così meticoloso come mia madre, anche se si veste elegantemente. I collant bianchi, neri e color visone che indossava mentre guardava mia madre hanno iniziato a influenzarmi per qualche motivo e per qualche motivo.

So molto bene che all’età di 11-12 anni ho preso le calze, le punture e le infradito nel cassetto della lavanderia di mia madre e ho iniziato a sentirne la consistenza, e naturalmente ho iniziato a provarle sulle mie gambe completamente glabre quando sono tornato a casa presto. Ma non sapevo cosa fare. In quegli anni, ho iniziato a studiare a Nişantaşı e ho iniziato a occuparmi delle ragazze intorno a me. Normalmente, da ragazzo, pensavo di essere interessato alle ragazze a scuola, ma poi mi sono reso conto che ero interessato a come si vestivano, a come parlavano e a cosa si divertivano. Ho iniziato ad adorarli. E un giorno, un mio compagno di classe lasciò cadere i calzini che indossava prima senza accorgersene, e continuò a camminare, così presi i calzini in mano e li misi nella mia borsa senza sapere cosa fare. Anche se è stato utilizzato per la prima volta, era collant nero di una bella ragazza. Mi alzavo molto presto la mattina, prima di andare a scuola, indossavo quei calzini e un perizoma di raso che ho coraggiosamente comprato dal cassetto di mia madre, e indossavo pantaloni da scuola, ed era impossibile per chiunque capire. Andavo e andavo da scuola in questo modo per un po’, e camminavo da e per la scuola ogni giorno come se i miei piedi fossero da terra. Mentre i giorni andavano così, le tempeste volavano dentro di me, ho iniziato a scoprire me stesso e il mio buco lentamente. Quest’anno è passato così. Ora potevo coraggiosamente comprare calze e biancheria intima e indossarli da solo. Mentre i giorni andavano così, le tempeste volavano dentro di me, ho iniziato a scoprire me stesso e il mio buco lentamente. Quest’anno è passato così. Ora potevo coraggiosamente comprare calze e biancheria intima e indossarli da solo. Mentre i giorni andavano così, le tempeste volavano dentro di me, ho iniziato a scoprire me stesso e il mio buco lentamente. Quest’anno è passato così. Ora potevo coraggiosamente comprare calze e biancheria intima e indossarli da solo.

L’anno successivo ho avuto un nuovo compagno di banco, uno dei tipi più strani, più ripugnanti e indesiderati della classe. Sfortunatamente, era il mio destino innamorarmi di una persona del genere. Aveva parenti in Germania e stava cercando di fare amicizia in modi strani offrendomi regali, giocattoli e cioccolatini. Poi, dopo 1 mese, ha detto: “Guarda, ti mostrerò qualcosa questa volta nella mia borsa, ma dobbiamo suonare il campanello e aspettare che tutti escano.”Così ho detto ok e il campanello ha suonato, tutti erano fuori e mi ha mostrato una rivista porno nella sua borsa che suo cugino ha portato dalla Germania. All’inizio sono rimasto molto sorpreso e abbiamo iniziato ad aprire le pagine insieme. La rivista era tutto su calze e feticci del piede. Mi ha tolto il fiato vedere le donne con le calze e di essere scopata, ho detto involontariamente, questi sono grandi, e fingendo di essere sorpreso, Ho detto che queste sono calze. Giray mi disse: “Sì, anche a me piace, ma non ho mai toccato una donna o una ragazza del genere, non lo so come ci si sente.”A quel tempo, ero ossessionato dai piedi ben curati e levigati delle donne. I miei piedi non erano diversi dal piede di una donna, mi sono detto, perché ho i piedi sottili, sono tra 39-40 e sono come i miei, e Giraya rideva e sorrideva anche lei. D’altra parte, quello che Giray ha detto mi ha spazzato via, e nessuno mi aveva ancora toccato, e volevo questo più di ogni altra cosa. La sera tornai a casa, indossai calze e biancheria intima, e mi accontentai di diteggiatura e di una matita piuttosto spessa, immaginando Giray che mi toccasse. I miei piedi non erano diversi dal piede di una donna, mi sono detto, perché ho i piedi sottili, sono tra 39-40 e sono come i miei, e Giraya rideva e sorrideva anche lei. D’altra parte, quello che Giray ha detto mi ha spazzato via, e nessuno mi aveva ancora toccato, e volevo questo più di ogni altra cosa. La sera tornai a casa, indossai calze e biancheria intima, e mi accontentai di diteggiatura e di una matita piuttosto spessa, immaginando Giray che mi toccasse. I miei piedi non erano diversi dal piede di una donna, mi sono detto, perché ho i piedi sottili, sono tra 39-40 e sono come i miei, e Giraya rideva e sorrideva anche lei. D’altra parte, quello che Giray ha detto mi ha spazzato via, e nessuno mi aveva ancora toccato, e volevo questo più di ogni altra cosa. La sera tornai a casa, indossai calze e biancheria intima, e mi accontentai di diteggiatura e di una matita piuttosto spessa, immaginando Giray che mi toccasse.

Eravamo nel periodo dell’esame e non avrei mai potuto avere successo in un corso. L’ho detto a Gira e ha detto che avrebbe imbrogliato all’esame, non posso dirti quanto ero felice e ha fatto come ha detto. A poco a poco, ho iniziato ad apprezzare Giray, che all’inizio non mi piaceva, ma poi è diventato un confidente perché avevamo fantasie comuni. E finalmente era arrivata una nuova rivista, sempre per calzini e feticci ai piedi. Il dettaglio che mi ha colpito mentre lo guardavo uno per uno erano le calze a giarrettiera a strisce sul retro. I piedi lucidati unghie rosse sembrava grande sotto la giarrettiera. Questa volta, guardando la rivista, era successo qualcosa di diverso. Giray ha detto che faceva molto male e ha aperto la cerniera e ha lasciato i suoi boxer da solo. Era la prima volta che vedevo uno strumento così grande e grande davanti ai miei occhi. Dal momento che era pausa pranzo, abbiamo avuto un tempo confortevole. Mentre guardavamo la rivista, stavo anche guardando il cazzo di Giray mentre girava le pagine, ha iniziato ad accarezzarlo e ho detto che non capisco come sia diventato così difficile, ha detto, guarda, ho involontariamente gettato la mano sul pugile, ho detto che era davvero difficile, e andiamo rapidamente attraverso le pagine per girare l’argomento. Ho detto che suonerà. Nella pagina successiva, ho visto le immagini delle calze giarrettiera e vuoto sui piedi, ero pazzo e volare. Giray mi ha anche detto come si è svuotato il giorno dopo guardando l’immagine che è stata svuotata sui suoi piedi. Si scopre che questa è anche la sua più grande passione, calze e piedi.

L’insegnante ha detto la fine dopo 1 settimana e ho ottenuto un buon voto nell’esame. “Congratulazioni Deniz”, disse Giray con un sorriso, e io dissi grazie e lo baciai sulla guancia. Poi mi sono fermato e ho detto che se la classe fosse disponibile, avrei baciato il tuo cazzo, ma ho detto che non è disponibile, e lui è saltato e ha detto sputare. Questo è stato il mio primo discorso umoristico in questo senso. Poi le battute tra di noi sono continuate. Infatti, dopo avermi aiutato in una parola, mi sono seduto e gli ho sussurrato, ho scherzato sul fatto che se fossi stato duro ora, l’avrei tolto come nelle riviste, e lui ha detto: “Mi piacerebbe.”Era una pausa, e Giray disse:” Vorrei ringraziarti sia per l’esame che per l’orale”, dissi, “per portarti una rivista domani.

Il giorno dopo, mi sono alzato presto la mattina, ho indossato un g-sting interno in raso nero, un collant nero e la mia uniforme scolastica e sono andato a scuola. Ma questa volta, ho applicato lo smalto rosso sui miei piedi, che avevo comprato di nascosto da mia madre, e ho indossato i calzini, proprio come nelle riviste e nelle foto. Quando sono venuto a scuola, abbiamo parlato con Gira e ho detto ti sei chiesto circa il grazie e Giray ha detto naturalmente mi stavo chiedendo, e ho detto che rimarrà un segreto, va bene? Gli ho detto che se avessi avuto gli occhiali, lo avresti visto ora, e lui ha riso e ha detto: “Sono molto curioso.”Ne abbiamo parlato in classe senza che nessuno lo sentisse. Ti ricordi quando mi hai mostrato la rivista per la prima volta, hai detto che non hai mai toccato i calzini o chiunque lo indossasse, ho chiesto se non è ancora successo e lui mi ha detto di no. Poi ho detto al mio cuore che questa sarà la prima volta a mezzogiorno. Stava guardando la rivista tra la borsa e la rivista fino all’ora di pranzo, era piena di fronte a lui, quindi gli stavo prendendo la mano sui pantaloni, toccandola e tirando la mia mano. Era come se fossimo chiusi l’uno nell’altra.

Already have an account? Log In


Signup

Forgot Password

Log In